Skip to content

Reggio: cardiochirurgia agli Ospedali Riuniti diventa realtà

15 gennaio 2010

di David Crucitti – Finalmente si fa sul serio, dalle parole si è passati ai fatti e nero su bianco ognuno si è preso le proprie responsabilità, un impegno importante nei confronti dei cittadini ma soprattutto dei malati, una battaglia durata anni che finalmente prende forma e colore nel grigiore totale della sanità calabrese. Il Presidente della Regione Agazio Loiero proprio nei giorni scorsi, in qualità di commissario per l’emergenza sanitaria, ha firmato il decreto con il quale si dà il via ai lavori per la realizzazione del reparto di cardiochirurgia agli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria, l’ultimo atto che consentirà di firmare il contratto per l’inizio immediato dei lavori. Edilminniti, la ditta vincitrice dell’appalto, si dichiara pronta, per il titolare della ditta si potrebbe cominciare da domani stesso. I lavori potrebbero iniziare gia nei prossimi giorni, bisogna vedere come si evolverà la situazione.

Il Centro Cuore verrà realizzato al secondo piano dei Riuniti su una superficie di circa 3.400 metri quadrati. E’ quanto di più tecnologicamente avanzato esistente sul mercato, le aziende vincitrici dell’appalto concorso, la GE Medical System multinazionale americana e la Edilminniti sono altamente specializzate nel settore, e oltre la già super-tecnologica sala operatoria del centro di Cardiochirurgia, è prevista anche una sala operatoria ibrida che potrà essere utilizzata per qualunque tipo di attività medica o interventistica e per chiunque ne avesse necessità. Ma non è tutto, nella sala di elettrofisiologia sarà prevista anche la predisposizione per un sistema di navigazione cateteri guida a punta magnetica e a radiofrequenze per l’attraversamento delle occlusioni totali croniche del sistema vascolare periferico chiamato Niobe. Tale sistema in questo momento è in uso soltanto in centri altamente specializzati come quello del San Raffaele di Milano e negli Stati Uniti. Diciassette mesi è il tempo di esecuzione per la totale realizzazione del reparto.

Chi ricorda la storia e le vicissitudini della sanità locale non può non ricordare quel famoso 1987, l’anno in cui, da Catanzaro, venne soppresso inspiegabilmente il progetto (documentato) e l’imminente realizzazione di cardiochirurgia a Reggio. Questa volta però è tutto diverso, il reparto si farà e si farà presto. Il costo per la realizzazione si aggira intorno ai 18 milioni di euro, in parte saranno erogati dietro accesso ai mutui da parte dell’azienda ospedaliera Bianchi-Melacrino-Morelli, l’altra parte, circa 8 milioni, saranno erogati dalla Regione Calabria. L’assessore regionale Michelangelo Tripodi, al quale si riconosce ormai da anni l’impegno e la lotta per cardiochirurgia ai Riuniti, raggiunto telefonicamente si dice soddisfatto e non nasconde la possibilità di vedere nei prossimi giorni delle novità al secondo piano del nosocomio reggino.

Ma perché è così importante cardiochirurgia a Reggio Calabria. Lo abbiamo chiesto a Frank Benedetto, primario di cardiologia riabilitativa dell’ospedale Morelli e profondo conoscitore della sanità calabrese e reggina. Benedetto afferma che il reparto di cardiologia interventistica non solo è importante, ma anche fondamentale e da realizzare con urgenza, negli ultimi venti anni le malattie cardiocircolatorie si sono triplicate e Catanzaro è troppo lontana. –continua- Farsi operare a Messina o a Milano, per le casse della Regione Calabria è la stessa cosa, lo stesso costo finché non ci sarà “l’area integrata” dove Reggio e Messina avranno una relazione gestionale di tipo federale. A Reggio serve la qualità, i cittadini non devono partire per farsi operare fuori, devono essere rassicurati e garantire loro la professionalità che trovano al nord, nella loro stessa città, questo è fondamentale.

Benedetto continua affermando che l’azienda Bianchi-Melacrini-Morelli è l’unica azienda che negli ultimi anni ha rispettato il patto di stabilità economico finanziario, e per questa serietà di gestione è già previsto un premio in danaro per l’azienda reggina. “ In Calabria, per ogni ospedale la quota finanziaria di ripartizione viene pagata dalla Regione in modo forfettario, attingendo dal fondo sanità della Regione, gli interventi fatti sul territorio calabrese costano nulla o quasi in base al finanziamento pubblico regionale, gli stessi interventi, fatti in altre regioni, costano migliaia di euro, per questo è importante portare a Reggio non solo la cardiochirurgia, ma soprattutto medici importanti che si conquistino la totale fiducia al malato”.

Sembra proprio che per l’inizio dei lavori di questo importante reparto sia questione di ore, come si accennava prima, bisogna aspettare l’evolversi degli avvenimenti, si parla della firma del contratto, unico e solo ostacolo che una volta risolto consegnerà ai cittadini di Reggio e provincia, un evoluto e nuovissimo reparto di cardiochirurgia.

David Crucitti

Annunci
One Comment leave one →
  1. 31 marzo 2010 10:10

    Caro David,
    sono capitata nel tuo link a seguito di una mia affannosa ricerca delle ultime ore e con sorpresa leggo della recente realizzazione del reparto di cardiochirurgia a Reggio Calabria. Mio padre attualmente si trova ricoverato presso il reparto e mentre ti scrivo é in corso l’esame coronagrafico, mi sto attivando per partire (da anni vivo fuori città) e confido nella preparazione dei medici reggini affinché mio padre, che é stato colpito da infarto, non abbia complicazioni. Troppo spesso i miei ricordi di malasanità locale, mi facevano pensare che semmai fosse successo qualcosa di grave, sarebbe stato meglio rivolgersi altrove ma voglio confidare in qualche cambiamento positivo per la mia città e sperare che quanti vivano, come me, preoccupazioni di sorta, possano contare su un servizio sanitario efficace e veloce. Grazie per il tuo contributo.Barbara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: