Skip to content

“Il Mediterraneo Reggino”: l’importanza del mare e della sua salute

26 ottobre 2010

da newz.it

di David Crucitti – La salute del mare, i suoi problemi e la sua importanza, legalità e biodiversità. Di tutto questo si è discusso questa mattina al Palazzo Storico della Provincia, al convegno della Lega Navale Italiana (sezione Reggio Calabria Sud). All’evento, “Il Mediterraneo Reggino” patrocinato dalla Provincia di Reggio Calabria, sono intervenuti i maggiori esperti in materia, pensando bene di allargare il discorso anche a quello che riguarda  le leggi e le normative del mare, ascoltando uomini della politica e delle istituzioni. Attilio Tucci, assessore provinciale in veste di moderatore del convegno, invita il padrone di casa a prendere la parola. “Abbiamo sempre dato rilievo a quella che è la salute del mare e dei suoi fondali” –afferma il Presidente della Provincia di Reggio Calabria Giuseppe Morabito- “parlare e confrontarsi su quello che è una ricchezza per questo territorio circondato per tre quarti dal mare, è di fondamentale importanza”. Il dott. Antonino Caratazzolo, Presidente L.N.I. Sezione Reggio Calabria Sud, continua il discorso e sposta l’attenzione sui giovani, al rapporto che si dovrebbe instaurare tra i ragazzi ed il mare. “E’ importante creare delle sinergie tra le Istituzioni” – afferma il dott. Caratozzolo e continua- “promuovere il rispetto del mare, educare i giovani a rispettarlo in ogni modo tenendo conto che anche il mare ha le sue leggi, la legalità anche in mare”. Cornice dell’evento dedicato al mare, sono trenta fotografie scattate nei fondi marini dal fotografo subacqueo Francesco Turano che –afferma- “Bisogna informare la città sulle attuali condizioni del mare nello Stretto di Messina, l’evento di oggi è stato organizzato per gettare le basi per la costruzione di una cultura del mare, e la fotografia è il mezzo più sicuro e attendibile per dimostrare totalmente la realtà”. Relatori del convegno anche il dott. Roberto Di Palma, e il dott. Giuseppe Lombardo,  entrambi Sostituto Procuratore D.D.A. di Reggio Calabria, che hanno introdotto la tematica sul rispetto della legalità in tutto quello che concerne l’ambiente marino, trattando il delicato tema della Disciplina della Pesca marittima, della sicurezza e della tutela delle acque dall’inquinamento ambientale. Presenti anche il Capitano di Vascello Vincenzo De Luca, Comandante della Capitaneria di Porto di Reggio Calabria, L’Amm. Marcello De Donno, Presidente Nazionale L.N.I., e i professori Renato Crucitti e Fabio Filianoti. Il 2010 è l’anno della biodiversità, proprio per questo nel convegno alla Provincia, si è messa in evidenza proprio la biodiversità dell’ambiente marino, la flora e la fauna di un mare ricco ma che presenta anche delle problematiche oggettive. A fronte delle “acque cristalline” celebrate dal convegno della Lega Navale Italiana, infatti, non va dimenticato l’allarme scattato un anno fa in Calabria e che ha coinvolto l’opinione pubblica di tutta Italia, le famose “navi dei veleni” affondate, con carichi di sostanze tossiche, nei mari calabresi e, secondo quanto emerso dalle dichiarazioni di un  pentito, ad opera della criminalità organizzata locale. Ma questa è un’altra storia che è ancora in cerca di riscontro da chi, giornalmente, si prende cura dei mari calabresi.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: