Skip to content

Sul ponte Calopinace le transenne “provvisorie” festeggiano un paio d’anni di attività

6 novembre 2010

da newz.it

 

di David Crucitti – La storia ha un senso se viene riconosciuta come tale, e quindi, capace di ripetersi in qualsiasi momento, senza preavviso, senza sconti. La storia insegna, i fatti spiacevoli avvenuti nel passato hanno il diritto di essere considerati vitali per il futuro, soprattutto in un contesto che agglomera migliaia di persone. Qualche anno addietro, a Reggio Calabria, un incidente automobilistico dalle modalità da film di azione, lascia impietriti tutti coloro che hanno assistito alla scena, ai soccorritori, e a tutte le persone che già dalle prime luci del mattino transitavano sulle bretelle del torrente Calopinace. La dinamica è semplice, un automobilista perde il controllo del mezzo attraversando il Ponte di S.Anna che si erge proprio sulle su citate bretelle, divelle la ringhiera di protezione del ponte, e dopo un volo di circa quindici metri termina la sua corsa precipitando sulla carreggiata nord del torrente Calopinace. Poteva essere una tragedia, ma la sorte ha voluto diversamente, la vita, almeno in quella circostanza, è stata salvata anche perché in quel momento nessun mezzo percorreva la bretella coinvolta nell’incidente. Terminate le operazioni di soccorso del malcapitato automobilista e liberata la frequentatissima bretella dall’automobile semi distrutta, si provvede alla provvisoria messa in sicurezza della ringhiera del ponte divelta nello scontro. Vengono sistemate due transenne con tanto di nastro segnaletico, la premessa è buona, da li a poco l’intervento sulla ringhiera divelta sarebbe stato risolutivo, ma niente, gli anni passano e le due transenne continuano a svolgere un compito che non gli appartiene. Un altro aspetto da non sottovalutare, è che in quel punto il passaggio pedonale è continuo, il Ponte di S.Anna è uno dei principali collegamenti tra la zona sud della città e il centro storico. La “soluzione transenne” è stata utilizzata anche in altri punti delle bretelle Calopinace, strada questa che ha visto spettacolari incidenti nell’arco degli anni, ringhiere divelte e voli di automobili fin dentro il torrente, morti e feriti. Non è la prima volta che si porta all’attenzione questo pericolo, già in passato il problema è stato sollevato ripetutamente, ma mai è successo nulla. Oggi i volti ed i ruoli sono cambiati all’interno dell’amministrazione comunale, c’è voglia ed entusiasmo di fare bene, o perlomeno, di tentare di fare qualcosa di buono per i cittadini. Come si accennava prima, la storia fa il suo corso e spesso si ripete, avvisa che potrebbe colpire nuovamente ed in qualunque momento, sta qui la differenza tra un amministratore saggio, ed uno non saggio, leggere la storia, e cambiarla.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: