Skip to content

“Mostro di Foligno”: Luigi Chiatti è libero ma per gli psichiatri può tornare ad uccidere.

11 marzo 2017

1442389852064_jpg--lo_psichiatra___luigi_chiatti_non_puo_guarire_

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

di David Crucitti – Che la giustizia italiana fosse l’apoteosi del fallimento della giustizia stessa lo si era capito da tempo, basta dare una veloce occhiata al fascicolo riguardante le motivazioni che tengono ancora alla sbarra Massimo Bossetti per capire con quanta superficialità una parte dei giudici italiani svolgano il loro lavoro. Ma il caso Bossetti è solo un esempio, se ne potrebbero fare milioni e non è il caso perché qualcosa di più scandaloso sta avvenendo nel silenzio più assoluto. Leggi tutto…

Video porno rubati: “Una generazione malata e perversa che uccide sul web”

16 settembre 2016

come-i-suicidi-delle-celebrita-modificano-la-ricerca-di-un-aiuto-online_fotolia_64294286_kraken-680x365

di David Crucitti – Come Tiziana Cantone, molte altre ragazze hanno compiuto l’estremo gesto del suicidio a causa di una tecnologia, consegnata tra le mani incaute e senza valori, di una generazione malata e perversa. E’ ormai praticamente impossibile fermare questa nuova moda di filmare ignare persone durante un rapporto sessuale e poi mandarne in rete i video. E’ orribile tutto questo, ma non è più possibile arginare il fenomeno. Leggi tutto…

“Specchi Riflessi” il cast made in Sud

26 luglio 2016

Specchi-riflessi-28

 

-di David Crucitti- Grande successo venerdì scorso per la presentazione presso il Regent Hotel di Catona del cast di “Specchi Riflessi”, film che a breve si girerà in Calabria con la partecipazione di attori del territorio calabrese e siciliano. Specchi Riflessi racconta un’accattivante storia di quattro ragazzi tra la movida notturna ed il mondo dello spettacolo senza tralasciare intensi intrecci d’amore. Leggi tutto…

Il Castro Film Festival premia “Un Pugno di Sabbia”

21 giugno 2016

13495309_10206648491392285_2229526442478515954_n

-di David Crucitti- Si è compreso sin da subito che quel cortometraggio avrebbe lasciato un segno non soltanto dentro chi lo avesse guardato, ma anche dove si inizia a parlare di cinema che conta e dove tanta fatica e dedizione vengono ripagati con premi fondamentali per la crescita e la fama di un regista. Tutto questo sta accadendo a Salvo Bonaffini, giovane regista siciliano già noto per la delicatezza dei temi trattati nei suoi film. Il suo ultimo lavoro, “Un pugno di sabbia”, conferma l’importanza dei messaggi chiari e diretti che il regista vuole dare al suo pubblico. Leggi tutto…

Calabria Donna: la speranza oltre la violenza

16 maggio 2016

invito

 

di David Crucitti- Ci sono cose che nascono perché la volontà di qualcuno ha deciso di farle nascere, altre perché c’è l’imminente bisogno di crearle, altre ancora nascono seduti su una panchina di un lungomare ascoltando la drammatica storia di una donna e della sua bambina.

L’associazione Calabria Donna nasce proprio da qui, dall’ascolto di una sofferenza troppo grande e così cruda da suscitare nell’ascoltatore il dovere ed il bisogno di uscire dal proprio orticello ed iniziare un percorso attivò a sostegno delle donne che subiscono violenza non solo fisica ma anche psicologica, tema scottante questo, soprattutto negli ultimi anni, e con un numero di femminicidi ormai fuori controllo.

Così Daniela Rigolino, una donna come tante ma con una sensibilità fuori dalla portata di tante sue simili, scende in campo e fonda Calabria Donna con il solo intento di ascoltare, aiutare, ed intervenire. Appare subito chiaro che da sola non può arrivare da nessuna parte, non basta una sede o un gruppo di volenterosi collaboratori, servono i professionisti, cioè quelli che oltre all’amore ci mettono anche i frutti dei loro studi e della loro capacità pratica nell’ascoltare, consigliare e risolvere le situazioni più spinose. Leggi tutto…

“Un pugno di sabbia”: a dicembre il via al nuovo cortometraggio di Salvo Bonaffini

30 ottobre 2015

10431420_256007804523590_3218489203905547424_o

Cosa accade nella mente umana nel momento in cui si viene a conoscenza di essere malati di cancro. Impossibile comprendere a fondo quel sentimento così intenso e disarmante, sottile e silenzioso, molto spesso umiliante per il terribile processo di distruzione del corpo. Tema molto delicato quello che il giovane regista siciliano Salvo Bonaffini vuole raccontare in un cortometraggio che verrà girato ad inizio dicembre tra Reggio Calabria e Scilla. Leggi tutto…

“Teoria Gender”: un nemico da evitare

5 giugno 2015

libro-gay-717x661

di David Crucitti – Il tempo del silenzio è terminato, la cosiddetta “estrema destra cattolica” ha osservato abbastanza e per lungo tempo l’evolversi di un fenomeno inaspettato e fuori da ogni logica comportamentale ed educativa. Ma in realtà non esiste una estrema destra cattolica, è solo un’invenzione, un termine elaborato a tavolino per screditare e additare la moltitudine di persone, cattoliche e non, contrarie a quella che definiamo “teoria del gender”. Ma anche questo termine ha le sue caratteristiche alquanto misteriose, proprio perché secondo le lobby gay americane e europee, non esiste nessuna teoria del gender. Ma non è affatto così.

 

« La teoria del gender è una idea che sostiene la non-esistenza di una differenza biologica tra uomini e donne determinata da fattori scritti nel corpo, ma che gli uomini e le donne sono uguali da ogni punto di vista; c’è quella differenza morfologica, ma non conta niente. Invece la differenza maschile / femminile è una differenza esclusivamente culturale, cioè gli uomini sono uomini perché sono educati da uomini, le donne sono donne perché sono educate da donne.

Se non ci fossero queste costruzioni culturali non ci sarebbero differenze tra donne e uomini e il genere umano sarebbe fatto di persone uguali. In tal modo la sessualità viene dissociata dalla personalità, non viene naturalmente connessa con la costruzione di una persona. (Diacono Girolamo Furio) Leggi tutto…